Recensione Syma X8 C W G

Amici dronisti, abbiamo provato per voi il recentissimo quadricottero Syma X8,  un prodotto entry level ma che mantiene intatte,  grazie ad un’attenta progettazione,  le principali qualità che caratterizzano un buon velivolo. Parliamo di una grande resistenza agli impatti, una buona agilità, una discreta stabilità per le riprese e una governabilità che ne rende possibile l’utilizzo anche da parte dell’utente meno esperto. Nel complesso un prodotto divertente ed utilizzabile anche per prime esperienze di ripresa.

Syma - Box
Syma – Box

Abbiamo ricevuto l’X8 nella versione PNF, con telecomando e batteria a parte, e senza i supporto alle varie funzionalità video. Ricordiamo che è possibile acquistare l’X8 in tre declinazioni:

  • X8C dotato di videocamera standard da 2 megapixel;
  • X8W in grado di trasmettere lo streaming video in tempo reale ad un tablet/telefonino;
  • X8G dotata di una videocamera ad alta definizione in stile GoPro, con ben 8 megapixel.

è possibile acquistarlo su Gearbest, dove troverete anche accessori e ricambi.

Syma X8G - Telecomando
Syma X8G – Telecomando

Caratteristiche Tecniche

Il drone è di taglia media, ha una diagonale motore-motore di 35 cm, eliche da 9 pollici e paraeliche.
il peso, con eliche, paraeliche e batteria, si attesta intorno a 470 grammi, quindi un prodotto non particolarmente leggero, ma come vedremo capace comunque di un buon payload.
I motori sono del tipo a spazzola, quindi purtroppo non brushless, dotati di ingranaggio riduttore.

Prime impressioni

Una volta aperta la confezione è necessario procedere ad un minimo di assemblaggio: bisognerà infatti montare almeno il cavalletto, in totale 8 viti, e segnaliamo nella confezione la presenza di utilissimi paraeliche, un ottimo bonus che è possibile installare con ulteriori otto viti. Consigliatissimi!

Nella confezione è incluso un telecomando a 2,4 ghz, un punto a favore, che utilizza 4 pile stilo di tipo AA ed è inclusa inoltre una batteria due celle da 2.000 mah con il relativo caricabatterie. La carica della batteria inclusa è ragionevolmente veloce, per una batteria flat saranno necessarie circa 2 ore.

Le eliche presentano una comoda boccola ad incastro, per cui non saranno necessari ulteriori utensili e sarà molto difficile perderle in volo.

Il quadricottero ha due modalità di controllo, denominate con “L” e “H”, gestibili direttamente dal telecomando; attraverso un pulsante dedicato è possibile inoltre effettuare qualche acrobazia 3d. E’ presente anche la modalita Headless.

Incluso nella confezione un manuale in inglese con le indicazioni indispensabili per l’utilizzo del quadricottero.

una volta assemblato e ricaricata la batteria siamo pronti al volo!

Impressioni di volo

Syma X8 - High Pitch Mode
Syma X8 – High Pitch Mode

Abbiamo provato il quadricottero in una giornata calma, quindi senza interferenze meteo, sia in spazi aperti che zigzagando tra qualche ostacolo.

All’accensione la modalità di controllo è quella più tranquilla, la Low. Consente un volo estremamente dolce e le reazioni del velivolo risultano mitigate rispetto ai comandi impartiti. Ci è sembrata molto adatta sia per i principianti che per le riprese video. Nella seconda modalità, H, il drone diventa più divertente: la reattività è maggiore ed i cambi di direzione e velocità diventano immediati, sia pure senza mai far temere per la stabilità in volo. Lasciando i comandi l’abbrivio è minimo, ed il quadricottero torna in posizione stabile molto rapidamente. Ottimo!

A prescindere dalla modalità di volo utilizzata il velivolo è sempre molto controllabile. Abbiamo effettuato qualche prova di carico ed il Syma è capace di portare una videocamera tipo GoPro agevolmente. A supporto del volo, quattro potenti led, ben visibili anche di giorno, indicano la direzione del velivolo.

Come detto, il quadricottero ha una modalità di volo Headless. I piloti più smaliziati, a nostro parere, hanno imparato a farne a meno, però troviamo che sia comodo per focalizzare le riprese su di un soggetto. In questa modalità abbiamo una buona resistenza alla deriva, a patto ovviamente di resettare il giroscopio all’inizio di ogni volo, come indicato sul manuale.

La durata della batteria ci è sembrata decisamente buona: in assenza di accessori installati, si attesta poco al di sotto dei 15 minuti. Naturalmente con l’aumentare del peso diminuisce l’autonomia, fino a garantire circa 6-7 minuti con una GoPro. In rapporto al prezzo un risultato ragguardevole. I led di navigazione, a batteria scarica, lampeggiano ad indicare la necessità di ricarica. In questo caso il tempo di volo residuo è di circa un minuto.

Conclusioni

Syma - quadricottero 35 centimetrii
Syma – quadricottero 35 centimetri

Syma generalmente non esce sul mercato con prodotti particolarmente innovativi. L’X8 conferma questo trend, ma d’altra parte offre ad un prezzo molto più che concorrenziale un prodotto maturo, solido ed utilizzabile, certamente non bellissimo (citiamo le plastiche non particolarmente raffinate) ma all’altezza delle promesse: ottimo per l’utilizzo outdoor e indoor, per divertimento anche qualcosa in più. Stabilità e payload ne consentono l’utilizzo come mezzo per videoriprese, naturalmente tenendo ben presente i limiti intrinseci della tecnologia utilizzata che d’altra parte ci fanno rimanere ben all’interno dello spazio aereo stabilito dalla normativa vigente. Vogliamo citare in ultimo di nuovo la prevedibilità del volo e la presenza dei paraeliche, che ne fanno un prodotto abbastanza sicuro per i neofiti.

se avete domande, commenti, curiosità, vi rimandiamo al thread dedicato nel forum, a seguire un video in modalità di volo High.

4 Comments
  1. Avatar
  2. Avatar
  3. Avatar
    • Avatar

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *